Che cos’è l’ approccio AGILE

Approccio agile immagine copertina

L’innovativo processo AGILE nasce per rendere possibile la creazione di prodotti efficienti ed efficaci nel breve periodo. Questa metodologia si basa sullo sviluppo iterativo ed incrementale coinvolgendo durante tutta la fase di progettazione i committenti e utenti.

La procedura

L’idea di base è di iniziare con una semplice programma di partenza, immetterlo nel mercato e studiare i feedback raccolti degli utenti. Nel breve periodo si procederà a perfezionare il prodotto e a rilasciare la versione migliorata, pronta per essere nuovamente testa e affinata. Questo ciclo si ripeterà nuovamente fino a completamento del prodotto. E’ quindi un processo in continua fase di evoluzione ed di iterazione, in grado di coinvolgere tutti gli utenti.

Il manifesto Agile

Questa nuova metodologia si base sui principi e sulle linee guida scritto nel Manifesto Agile pubblicato nel 2001. Di seguito elencherò i principi più importanti:

  1. Satisfy the costumer: La priorità è soddisfare il commintente attraverso la distribuzione frequente e tempestiva di prodotti funzionanti.
  2. Frequent Delivery: Distribuisci prodotti funzionanti con una frequenza che va da due settimane fino a 2 mesi con una preferenza al calendario più breve.
  3. Working Software: E’ più importante basarsi sui feeback derivanti da un prodotto funzionante rispetto che a premesse.
  4. Changing Require: Accetta sempre i cambiamenti di requisiti anche se implicano il ripartire da capo. Il processo Agile è l’unico che permette un cambio di rotta drastico, altre metodologie di sviluppo fallirebbero.
  5. Work together: I committenti e gli sviluppatori devono collaborare durante tutto il processo.
  6. Motivated Individuals : Crea progetti intorno a team motivati
  7. Face-to-face conversation: Sebbene la documentazione è importante, è da preferire un approccio informale in quanto garantisce una migliore comunicazione
  8. Self-organizing teams: E’ da preferire forma di auto-regolazione cercando di trovare un’equilibrio tra programmazione e creatività.
  9. Excellent and good design: L’attenzione deve essere focalizzata sulla qualità del prodotto, sviluppare nuove idee e tenere pulito il codice.
  10. Sustainable Development: E’ possibile immaginare un processo continuo che non implica la data di scadenza coincedente con il rilascio del prodotto.
  11. Simplicity: Non sviluppare idee inutili. Semplice è difficile, ma essenziale.
  12. Become more effective: Il team deve capire come diventare sempre più efficiente.

 

Nel prossimi articoli individueremo i vantaggi e svantaggi di questa metodologia.

Bibliografia:

Da lezioni frontali di Stefano Bussolon

Vedi questo approccio in 1000 parole, se vuoi approfondire come si suddivide.

By Wiki

Condividere è sexy:

Leave a Reply

eliapoliblog